Site icon the lazy factory

Harry Potter e il prigioniero di Azkaban. CAP 12: Il Patronus

train with smoke

Photo by Gabriela Palai on Pexels.com

Inizia il nuovo trimestre e con lui le lezioni!
Hagrid cerca di essere un po’ più divertente, a Divinazione la Trelawney predice ogni volta la morte di Harry, insomma le solite cose!

Cosa importante però, iniziano le lezioni serali di Harry e il professor Lupin!
Il professore ha preso un Molliccio (prendere un dissennatore sarebbe stato un po’ complicato) perché probabilmente, essendo Harry terrorizzato dai dissennatori, si trasformerà in uno di essi. In questo modo può far pratica con qualcosa di meno pericoloso (forse).
Quindi cosa si fa? Una magia molto avanzata, forse troppo difficile, un Incanto Patronus, che evoca un patronus, un protettore con una forza positiva che attrae il dissennatore (che si nutre di cose belle), ma allo stesso tempo non può provare disperazione come gli esseri umani quindi è immune.
Sappiamo che questo patronus ha una forma unica per ogni mago che lo evoca.
Si effettua pronunciando le parole “Expecto Patronum” e pensando ad un ricordo molto felice.

Via, prima prova: Harry pensa alla prima volta su una scopa, davvero una bella sensazione, ma forse non abbastanza bella, perché il suo pensiero si mischia con quello della voce della madre che urla e quando il molliccio/dissennatore avanza ha la meglio su Harry che quasi sviene. Prima cioccorana mangiata per ripigliarsi.

Seconda prova: Harry pensa alla felicità di quando i Grifondoro hanno vinto la Coppa delle Case. Di nuovo non funziona, Harry sviene. Dice a Lupin quello che sente quando un dissennatore si avvicina e che l’ultima volta ha anche sentito la voce di suo padre che cerca di proteggere lui e la madre. Scopre così che Lupin e suo padre erano grandi amici.

Terza e ultima prova della giornata: Harry pensa al momento in cui scoprì di essere un mago e che avrebbe lasciato casa dei Dursley per andare a HOgwarts. Questo sì che è un bel ricordo! Questa volta infatti, una grande ombra argentea esce dalla sua bacchetta e si frappone tra lui e il dissennatore. Ma Harry ormai è molto stanco quindi Lupin lo aiuta e vediamo che il Molliccio si trasforma di nuovo in una sfera prima che lui lo rinchiuda di nuovo nella cassa. Mah, una sfera; nel senso di una di quelle sfere per vedere il futuro? Una palla? Sono curiosa.
Terza cioccolata mangiata, sta volta anche bella grossa.

Abbiamo quindi scoperto che:

Finalmente Harry riceve la sua scopa che è stata controllata per bene dai professori! Gaudio e Giubilio nella torre Grifondoro! Va da Hermione per fare la pace, perché in fondo lo sa che lei aveva ragione, ma una cosa accade (di nuovo): Ron trova il suo lenzuolo insanguinato con sopra dei lunghi peli rossi di gatto! Che fine avrà fatto Crosta??

Ragazz* cosa ne pensate? C’è altro da sottolineare in questo capitolo?

Exit mobile version