Harry Potter e la camera dei segreti. CAP: 11. Il club dei duellanti

Eccoci di nuovo a parlare dei nostri maghi preferiti. Harry si sta rimettendo, le ossa sono ricresciute, Hermione e Ron, intanto continuano la preparazione della pozione polisucco. Servono altri ingredienti e c’è solo un posto dove si possono prendere: lo studio del professor Piton!

Con un abile (‘nzomma) stratagemma ci riescono, ma per concludere la pozione hanno bisgono ancora di due settimane. Sarà, però, pronta praticamente a Natale. Nel frattempo chiacchierano del fatto che Dobby ha detto a Harry che la camera è già stata aperta tempo prima e si persuadono che il padre di Draco, Lucius Malfoy, sia stato il primo ad aprirla. In fondo, sono ormai convinti che la famiglia Malfoy sia diretta discendente dei Serpeverde!

Nel frattempo, il nostro fantavoloso Lockhart si inventa un club dei duellanti, che dovrebbe servire ai ragazzi per imparare a difendersi da un eventuale attacco di ancora non si sa cosa. La scena sarebbe davvero comica, se non fosse che Piton accoppia Malfoy e Harry per un duello. Grazie Piton, grazie. Malfoy è un pezzo di scarola come al solito e gioca sporco, così sporco che usa l’incantesimo Serpensortia per aizzare un serpente, uscito dalla sua bacchetta, contro Harry. Sempre sti serpenti, eh.

Eh, niente, a questo punto succede. Harry parla (di nuovo) coi serpenti. Di nuovo perché ci ricordiamo bene nel primo libro in cui parla col boa constrictor allo zoo. Solo che sta volta tutti lo vedono. E, vista la situazione, tutti credono che lui sia l’erede dei Serpeverde che ha aperto la camera dei segreti e che, con questo serpente creato da Malfoy, voglia far fuori il “mezzosangue” Justin Finch-Fletchley.

Apriti cielo. Harry passa da essere “il sopravvissuto” e pure campione di Quidditch, e pure salvatore della pietra filosofale l’anno precedente, a traditore, razzista (che Salazar Serpeverde lo era decisamente) e omicida. Che belli i bambini. Jk Rowling vuole forse farci capire cosa può fare una fake news.

Comunque, perché sto benedetto Harry parla Serpentese? A detta sua non è un discendente di Serpeverde. Ma, soprattutto, riuscirà Harry a far ricredere tutti quanti i moccio…ehm, gli studenti? Per ora sembra proprio di no, visto che è proprio lui a trovare il povero Justin pietrificato insieme a Nick Quasi-senza-testa. La professoressa McGonagall si vedrà costretta a portare Harry nientepopodimenoché da Silente, nel suo misterioso studio.

E martedì scopriremo cosa deve dirgli… insomma, direi che Silente sia abbastanza intelligente per capire che Harry non può pietrificare persone. Mah, voi cosa ne pensate? E, soprattutto, come caspita si fa a pietrificare un fantasma??

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...