La serie crime della settimana: Cuore e batticuore

Torniamo indietro nel tempo di 40 anni esatti questa settimana. Mio padre, grande esperto di serie tv degli anni ’60-’70-’80, mi ha consigliato Cuore e batticuore.
Non lasciatevi incantare dal titolo, come sempre i traduttori italiani hanno fatto cilecca. Non del tutto, eh, ma il nome originale della serie è Hart to Hart (Hart è il cognome dei coniugi protagonisti) e gli autori hanno voluto giocare con il cognome e il fatto che si amino molto, ma in italiano la traduzione dà più l’idea di una soap opera alla Beautiful.

Comunque, questa serie poliziesca è composta di 5 stagioni andate in onda dal 1979 al 1984 (in Italia dal 1981) e ha avuto un gran successo.
Jonathan Hart, un uomo che si è fatto da solo, è l’amministratore delegato delle Hart Industries, una multinazionale con base a Los Angeles e sua moglie Jennifer è una giornalista freelance. I due ricchi coniugi viaggiano spesso e si trovano coinvolti in casi di contrabbando, furto o omicidio. Hanno un fedele maggiordomo, Max, che li aiuta nei loro casi.

Gli episodi si svolgono diciamo alla maniera de La signora in giallo, quindi è una trama semplice che può piacere a tutti.
A differenza delle altre serie di cui ho parlato, non ho visto tutti gli episodi di questa, solo un paio per capire come è strutturata.

Devo dire che mi sembra un buon passatempo leggero. La serie è stata trasmessa anche da Sky qualche anno fa. Io l’ho trovata facilmente in streaming.

Gli attori protagonisti sono due belli di Hollywood: Stefanie Powers, apparsa in tantissimi film e serie tv tra gli anni ’60 e ’70; e Robert Wagner, che vorrei ricordare per tutti i bei film che ha fatto tra gli anni ’50 e ’90, come Uomini alla ventura di John Ford o Austin Powers (!), ma non posso che ricordarlo per il mistero della morte di sua moglie Natalie Wood.

L’attrice, all’epoca quarantatreenne, scomparve in circostanze misteriose nel 1981, annegando al largo dell’isola di Santa Catalina dopo essere scesa nell’Oceano Pacifico con un gommone dal suo panfilo, sul quale si trovava insieme al marito Wagner e all’attore Christopher Walken.
Si potrebbe scrivere un libro su questa storia!

Ma limitiamoci a Cuore e Batticuore. La consiglio? Sì, se vi piacciono serie come La signora in giallo, se siete nostalgici degli anni d’oro della tv e se vi piacciono i capelli molto molto cotonati.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...