Harry Potter e la Pietra filosofale. CAP 1: Il bambino che è sopravvissuto

Sì lo so, non è originale come sotto-rubrica, ma io questo viaggio nel mondo dei libri di J.K. Rowling lo voglio fare da anni e ogni volta mi dico “ma dai, Daria, lo sai quanta gente ha già spulciato la saga meglio di te? Quanta gente più esperta di te c’è?”. Questa volta non mi dico più niente e parto in quarta perché la voglia di condividere le idee che mi vengono per ogni capitolo dei libri di Harry Potter è troppo grande! E poi vorrei parlare anche con voi proprio qui!

Quindi, iniziamo ovviamente dal primo capitolo del primo libro, Harry Potter e la Pietra filosofale.

In questo capitolo importantissimo ci vengono presentati i primi personaggi importanti della storia e abbiamo giusto un’infarinatura su quanto successo fino al presente del racconto.

Vediamo i signori Dursley e Dudley, molto “normali”, scorbutici e insofferenti verso il resto del mondo. Poi abbiamo la sensazione che ci sia qualcosa di atipico nell’aria: persone con lunghi mantelli colorati, gufi che volano di giorno, stelle cadenti fuori periodo, un gatto che sembra leggere una mappa… e che si trasforma poi in una donna, la professoressa McGonagall, che aspetta Albus Silente. Che razza di professoressa è? E chi è quest’uomo imponente dalla lunga barba bianca? Parlano della sconfitta di un certo Voldemort, quasi con timore dicono il suo nome. Ma cosa ci fanno in una tranquilla via fuori Londra vestiti così?

Aspettano Hagrid, un omone immenso, che porta con se un fagottino, dentro c’è Harry Potter, ha un anno.

Harry è sopravvissuto a Voldemort, non si sa perché, ma i suoi genitori no, ora è solo e per Silente la soluzione migliore è che viva la sua infanzia tranquillamente come un normale bambino. Scoprirà tutto col tempo.

Quindi, un bambino molto piccolo è sopravvissuto in qualche modo a qualcuno di molto potente che voleva ucciderlo e questo lo rende molto speciale. Quella cicatrice a forma di saetta rimarrà con lui per sempre.

Cosa pensate di questo primo capitolo?
Io ho due dettagli che, secondo me, vanno tenuti in considerazione. Primo, si accenna alla persona di Sirius Black, che incontreremo dal terzo libro in poi. Qui si parla solo del fatto che la moto che Hagrid sta usando gli è stata prestata da lui. In quel momento in cui tutto il patatrack è appena successo, Sirius Black è un amico.
Secondo, Silente utilizza il deluminatore che rivedremo ancora molto molto più avanti nella storia, ma qui vediamo a cosa serve.
Ci sono altri dettagli di cui si può discutere?

Di sicuro si avverte già da subito che la magia fa parte di questo mondo.

Discutiamo insieme di questo capitolo, martedì prossimo passeremo al secondo!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...